Contattaci al Numero Verde 800 910 241 hello@marketplace-mentor.com

      Il mondo della vendita online è strutturato e complesso e molte sono le agenzie di marketing che nel tempo si sono specializzate nell’offrire servizi specifici proprio per assistere le aziende nel mondo della vendita online, per ottimizzare i risultati e implementare sempre nuove soluzioni.

      Se ci sono gli specialisti di Woocommerce, Magento e Prestashop cui affidarsi per la miglior gestione del proprio ecommerce, anche per Amazon ci sono dei professionisti cui affidarsi e, sono fiera di dire che, in Italia, siamo davvero pochi.

      Fonte: Giphy

      Amazon però, che tu sia Seller o Vendor, può, a primo acchito, non sembrare un ramo del proprio business da esternalizzare.

      Ecco allora che ho raccolto 10 motivi per cui potresti aver bisogno di un consulente per vendere su Amazon e ottenere i maggiori profitti possibili da questo canale di vendita.

      1) Non hai tempo per ottimizzare e gestire gli annunci delle tue campagne pubblicitarie

      La realizzazione di una campagna pubblicitaria, in sé è un’ operazione abbastanza rapida. Dover controllare l’andamento degli annunci, elaborare un report ed estrapolarne le informazioni fondamentali per l’ottimizzazione della campagna stessa è tutto un altro discorso, ben più complicato.

      Per creare delle campagne pubblicitarie efficaci è necessario studiare il gruppo di prodotti migliore per ciascun concetto chiave al quale corrisponderanno precise keyword. Sarà poi necessario unire i dati di campagne manuali a quelli delle campagne automatiche per la migliore ottimizzazione.

      Tutto questo richiede, inevitabilmente, molto tempo e, questo tempo, aumenta in modo consistente quando si ha un catalogo con centinaia di SKU.

      Morale:  è difficile accrescere il tuo business in Amazon se passi ore a svolgere compiti  manuali -noiosi. Trascorri meno tempo lì e sarai in grado di dedicare più tempo alla crescita del tuo marchio.

      2) Non hai investito nel branding (ma sai che dovresti)

      Il branding su Amazon non è solo importante, è essenziale. Più riesci a distinguerti, più possibilità avrai che venga scelto il tuo prodotto piuttosto che quello di altri. Maggiori informazioni inserirai, meglio riuscirai a raccontare il tuo prodotto per renderlo più appetibile.

      Per tutti questi motivi, se stai rimandando investimenti di marketing, apparentemente più “soft” come l’iscrizione al Brand Registry, la creazione dello Store e delle pagine a contenuto arricchito, stai commettendo un grosso errore.

      3) Non sei sicuro su come ottimizzare il tuo ranking in Amazon

      La qualità del contenuto del prodotto è un fattore significativo nell’influenzare i tassi di conversione delle classifiche organiche e dei dettagli.

      Le regole di ottimizzazione -SEO- in Amazon sono davvero molte e gestire ciascun aspetto, per ogni prodotto non è sicuramente un’operazione semplice né rapida. 

      4) Sei sempre l’ultimo a conoscere le modifiche alle norme di Amazon

      Amazon è cambiato molto in 10 anni. Ma questi cambiamenti hanno subito un’accelerazione e sono sempre più rivoluzionari e rivolti sempre più al venditore.

      Che si tratti di divieti di recensioni incentivate ​​o di politiche di sospensione, devi stare al passo con il gioco.

      5) Il controllo giornaliero e le operazioni di routine ti fanno perdere tempo

      Tutti abbiamo sentito la frase “il tempo è denaro” più volte.

      E per gli imprenditori questo vale ancor di più. L’outsourcing di noiose operazioni quotidiane per un’agenzia consente di concentrarsi sulla crescita complessiva del business, sullo sviluppo del prodotto e su altri canali pubblicitari.

      6) Non riesci a metterti in contatto con Amazon

      Contattare l’assistenza è, una volta capito il meccanismo, abbastanza semplice.

      Quello che invece è più complicato è rendere davvero proficuo questo contatto con l’assistenza, e perché sia così bisogna sapere come interpretare quello che viene detto dall’assistenza e, forse ancor più importante, bisogna saper porre le domande nel modo giusto.

      7) Fai ancora tutto in modo manuale e non utilizzi alcun software

      Esiste un ecosistema di software che vengono sviluppati per migliorare le performance della piattaforma Amazon Seller, non utilizzarli significa perdere un vantaggio competitivo non da poco

      8) Hai avviato tu il business su Amazon e nessuno in azienda conosce il sistema

      Acquisire nuove competenze richiede tempo e denaro, entrambi fondamentali in un business.

      Formare dei dipendenti perché gestiscano interamente questo canale di vendita è sicuramente una scelta molto saggia ma sperare che questa loro formazione venga da sè, magari leggendo qui e là qualche articolo o semplicemente provando è decisamente troppo ottimista.

      Affiancare con  una seria e completa formazione i dipendenti porta a risultati consistenti in tempi più che ragionevoli.

      9) Hai successo con il tuo negozio fisico, ma stai appena partendo su Amazon.

      Amazon, l’ecommerce: un salto nel vuoto. Intraprendere nuove soluzioni di business, così apparentemente diverse e astratte rispetto alla routine può essere davvero intimorente.

      Ecco che allora con un affiancamento in questo passaggio si riesce a comprenderne le difficoltà e le soluzioni per affrontarle ma, sopratutto, si possono comprendere in vantaggi di tale business.

      10) Ti accorgi che stai perdendo soldi da qualche parte ma non capisci in quale punto dell’ingranaggio di Amazon.

      Per la tua auto c’è il meccanico, giusto? Ecco, un esperto svolge esattamente lo stesso lavoro, indaga e analizza per identificare e risolvere il problema.

      In conclusione: consulente per vendere su Amazon, sì o no?

      Ti sei ritrovato in questi punti? Spero, con questo articolo, di averti fatto riflettere sul tema, ormai sempre più dibattuto, del chiedere aiuto ad un professionista.

      Amazon troppo spesso è ancora, nell’immaginario collettivo, molto vicino ad Ebay, una piccola avventura imprenditoriale da intraprendere perchè abbiamo un garage da svuotare o qualche ora di tempo libero al mese.

      Mi spiace deluderti, Amazon non è semplice, non si può semplicemente “provare” questo nuovo canale e, come per tutte le cose che non fanno parte della nostra quotidianità richiede studio, esperienze e, più in generale tempo.

      L’idea di essere affiancati da un esperto è quella di apprendere, proprio come si faceva con le ripetizioni a scuola, tutte le principali nozioni per potersi muovere in autonomia in questo mondo.

      P.S. Hai già preso la tua copia di “Vendere su Amazon”?

      Ho dedicato gli ultimi mesi di lavoro a raccogliere tutte le strategie e le tecniche che ho appreso durante i miei anni di esperienza su Amazon.

      Il risultato di questo lavoro è il primo libro “Vendere su Amazon: Guida Pratica per Raggiungere 300 milioni di clienti“, la prima guida in italiano dedicata alla vendita su Amazon.

      Lo puoi trovare in vendita su Amazon ( e dove altro??) in eBook e cartaceo, non vedo l’ora di ricevere la tua recensione 😉

      Amazon corre veloce, continua a studiare!

      Commenta l'articolo!

      About The Author

      Eleonora Calvi Parisetti

      Supporto Piccole e Medie Aziende ad aprire nuovi canali di vendita grazie al marketplace di Amazon.Impara dalla mia esperienza quotidiana su Amazon e scopri le migliori strategie per aprire i tuoi prodotti ad un mercato di 300 milioni di potenziali clienti.

      Send this to a friend