10 metriche di Amazon Advertising da conoscere

Hai una visione chiara e completa circa le performance delle tue campagne pubblicitarie su Amazon? In questo articolo troverai le metriche chiave da monitorare per assicurarsi di ottenere il ROI migliore. Avere una solida strategia pubblicitaria per Amazon è un fattore cruciale per avere successo sulla piattaforma e prevede una valutazione costante delle performance delle campagne. Fortunatamente Amazon mette a disposizione molte metriche che possono aiutare venditori e brand ad effettuare efficienti analisi pubblicitarie. In ogni caso, la vera sfida è comprendere il significato di queste metriche, come sono calcolate e come utilizzarle per identificare aree che necessitano di interventi di ottimizzazione. Dal CPC al CTR, dall’ACoS al TACoS, in questo articolo troverai 10 metriche chiave di Amazon Advertising che devi conoscere per assicurarti di raggiungere il ROI migliore possibile.

1. Le impression

Le impression rappresentano il numero di volte in cui un annuncio è stato mostrato agli utenti. Nonostante questa metrica sia di cruciale importanza, non può essere considerata un vero e proprio indicatore di successo perché non permette di capire quanti utenti hanno ritenuto utile l’annuncio. Se il tuo numero di impression è elevato, significa che l’annuncio sta ottenendo elevata visibilità. Non pagherai per le impression – solo per i clic – quindi più impression ottieni e meglio è, e questo non avrà un impatto sul tuo budget pubblicitario.

2. I clic

I clic rappresentano il numero di volte in cui gli utenti cliccano su un annuncio. Ogni clic ha un costo, in quanto le campagne pubblicitarie su Amazon sono di tipo pay-per-clic.

3. Il costo per clic (CPC)

Il costo per clic rappresenta l’importo medio speso per un clic e viene calcolato dividendo la spesa totale per il numero totale di clic. In qualità di inserzionista, il tuo obiettivo è vincere sui competitor per il migliore posizionamento dell’annuncio. Per raggiungerlo, devi fare un’offerta che corrisponde al massimo che sei disposto a pagare per un clic sul tuo annuncio. Indipendentemente dalla tua offerta per clic, pagherai un centesimo in più della seconda offerta più alta per la stessa parola chiave. Ad esempio, se fai un’offerta di 2€ e la seconda offerta più alta è 1€, il tuo costo per clic sarà solo 1,01€ anche se la tua offerta è stata di 2€. Ovviamente, quanto più è basso è il CPC, tanto maggiore sarà il ROI.  

4.Click-Through Rate (CTR)

Il CTR (Click Through Rate) rappresenta il rapporto percentuale tra i clic su un annuncio e le impression per quell’annuncio, ossia esprime la frequenza con cui gli utenti cliccano su un annuncio quando viene mostrato loro. Questo dato permette di fare delle preliminari valutazioni sull’efficacia dell’annuncio, considerando questo valore come un tasso di conversione tra la visualizzazione dell’annuncio e il clic. Un elevato CTR implica che il tuo annuncio sta attirando l’attenzione degli utenti, mentre un basso CTR significa che non sono molti gli utenti che, rispetto a quello che stanno cercando, trovano il tuo annuncio interessante al punto da cliccare su di esso. Un CTR basso può quindi indicare che le parole chiave da te utilizzate nella campagna non hanno sufficiente rilevanza rispetto ai termini di ricerca usati dagli utenti.  

5. Il tasso di conversione

Il tasso di conversione rappresenta il numero di utenti che hanno acquistato il tuo prodotto dopo essere arrivati sulla scheda prodotto. Questo indicatore è calcolato come rapporto fra il numero di ordini ricevuti e il numero totale di clic sull’annuncio. La metrica può indicare l’elevata rilevanza del tuo annuncio o della scheda prodotto. Se il tasso di conversione è basso, significa che sono necessari miglioramenti rispetto alle parole chiave scelte per la campagna o alle schede prodotto che hai creato.  

6. Vendite pubblicitarie

Le vendite pubblicitarie rappresentano i ricavi connessi agli annunci pubblicitari. Sono calcolate come l’ammontare ricevuto, inclusi sconti, resi e rimborsi, e rappresentano quindi un incasso lordo. Sottraendo poi i costi e le commissioni, puoi determinare le vendite nette.  

7. Spesa pubblicitaria

La spesa pubblicitaria rappresenta l’importo totale, espresso in euro, di budget pubblicitario speso per il periodo di tempo selezionato. La spesa può essere misurata a vari livelli (totalità delle campagne create, singola campagna, gruppo di annunci e parole chiave). La spesa varia a seconda del venditore e della strategia pubblicitaria implementata.  

8. L’ACoS (Advertising Cost of Sales)

L’ACoS (Advertising Cost Of Sale) rappresenta l’ammontare speso per una campagna diviso per le vendite totali durante la campagna, ossia esprime la percentuale delle vendite spese in pubblicità. L’ACoS è la metrica da usare per misurare l’efficienza delle campagne pubblicitarie. In genere, il valore considerato ottimale per l’ACoS è 10%: quando questo parametro è basso, infatti, significa che è stata spesa una parte contenuta di budget per generare una vendita. Si tratta comunque di un valore orientativo in quanto dipende da diversi fattori, quali gli obiettivi di business, la struttura delle campagne, il ciclo di vita del prodotto, i margini di profitto e molti altri.  

9.Il RoAS (Return on Ad Spend)

Il ROAS (Return On Advertising Spend) è il rapporto fra le vendite totali di un prodotto e la spesa pubblicitaria totale, ossia esprime le vendite generate per ogni euro speso in pubblicità. Anche il RoAS rappresenta un indicatore dell’efficienza delle campagne, ma ha un funzionamento inverso rispetto all’ACoS. Un RoAS minore di 1 è da considerarsi decisamente negativo, mentre maggiore è il RoAS e migliore sarà l’efficienza della campagna.

10. Il TACoS (Total Advertising Cost of Sales)

Il TACoS è dato dal rapporto percentuale fra la spesa pubblicitaria e le vendite generate. Misurando la spesa pubblicitaria in relazione al totale dei ricavi generati, questa metrica ti permette di conoscere le performance complessive della tua campagna. Ti permette quindi di analizzare l’impatto diretto della pubblicità sull’aumento delle vendite (nello specifico delle vendite organiche) del tuo brand. A differenza dell’ACoS, il TACoS ti offre una visione a più ampio respiro, che va oltre la sola pubblicità. Si tratta di un vero indicatore delle performance delle campagne in funzione del ROI della pubblicità.  

Considerazioni conclusive

Capire il significato di queste metriche e il modo in cui sono costruite ti permette di avere una visione contemporaneamente dettagliata e globale delle performance delle tue campagne pubblicitarie. Poiché le campagne si compongono di molti fattori diversi, come le parole chiave e le offerte, devi valutare le performance di ciascuna campagna con regolarità. Infine, devi verificare se il tuo investimento pubblicitario sta producendo i risultati sperati, che sia in termini di aumento della visibilità dei prodotti, maggiori conversioni o aumento delle vendite. Analizzare in modo corretto queste metriche ti aiuta anche a identificare le aree dove possono essere apportati miglioramenti in modo che tu possa ottimizzare in modo efficace ed efficiente i tuoi annunci.

Cerca un articolo:

Quanto è ottimizzato il tuo Account Amazon?

Inizia il Quiz per scoprire il livello di ottimizzazione del Tuo account Amazon, quali sono i punti di forza e di debolezza della tua Azienda e le azioni da compiere subito per togliere clienti alla concorrenza.

Quanto è ottimizzato il tuo Account Amazon?

Inizia il Quiz per scoprire il Livello di Ottimizzazione del Tuo Account Amazon, quali sono i punti di forza e di debolezza della tua Azienda e le azioni da compiere subito per togliere clienti alla concorrenza.

Quanto è ottimizzato il tuo Account Amazon?

Inizia il Quiz per scoprire il livello di ottimizzazione del Tuo account Amazon, quali sono i punti di forza e di debolezza della tua Azienda e le azioni da compiere subito per togliere clienti alla concorrenza.