Contattaci al Numero Verde 800 910 241 hello@marketplace-mentor.com

      Fare marketing è “semplice”: in fin dei conti è tutta una questione di far giungere il giusto messaggio, alla persona giusta, nel momento perfetto.

      Le email (e non lo SPAM) esemplificano questo concetto al meglio poichè veicolano il tuo messaggio alle persone giuste (da te accuratamente scelte) direttamente in uno spazio molto personale: la loro posta in arrivo.

      Fonte: Giphy

      Ti ho già parlato dell’importanza delle recensioni e, con questo articolo, vorrei condividere con te alcune delle mie best practice per impostare e attivare una campagna email per i clienti Amazon.

      Come venditore Seller hai infatti a disposizione il modo per contattare via email i tuoi clienti.

      Nello specifico ci sono 3 email che ogni Seller credo debba inviare per costruire un buon rapporto con i propri clienti e per massimizzare la probabilità di ricevere recensione e feedback.

      Alcune note prima di entrare nel vivo dell’argomento:

      • Non inviare troppe email, lo spam è in agguato: ho fatto una serie di test per valutare il ritorno di ogni email. La percentuale di ritorno diminuisce progressivamente con l’aumentare delle email inviate. Inviare una quarta email potrebbe non solo diminuire il tasso di ritorno ma anche portare ad effetti negativi. Ti consiglio vivamente di restare entro le tre email che vedremo tra un attimo nel dettaglio.
      • Ogni email deve avere uno scopo: paragonando la tua campagna email ad un arma militare vera e propria, immagina che le tue email siano i proiettili di un fucile di precisione e non di una mitragliatrice. Questa metafora serve per sottolineare quanto sia fondamentale che, ogni volta che “fai fuoco” con una email, questa abbia uno scopo preciso. Rifletti sempre sul perchè stai inviando un’email.
      • Fissa i tuoi obiettivi: inserisci le email che mandi in una strategia a lungo termine. Per la maggior parte dei venditori, la metrica più importante sarà il numero di vendite convertite in recensioni. Prova ad inserire questo dato in una strategia più ampia per quantificare quale sia stato, ad esempio, l’impatto delle recensioni sulle tue vendite.
      • I messaggi sono inviati a tutti: i messaggi che invierai saranno rivolti a tutti, sia che abbiano comprato a prezzo pieno, durante un’offerta, con codice sconto o dopo aver cliccato su un risultato sponsorizzato, non dimenticarlo mai.

      Entriamo nel vivo del nostro piccolo funnel di email:

      Email #1: Conferma dell’ordine

      Oggetto: Insieme alla mail di conferma dell’ordine di Amazon, una delle mail con più alto tasso di apertura,mi piace che i clienti ricevano anche questa mia mail di conferma. È il primo contatto con il cliente, crea attesa e migliora la percezione del prodotto.

      Obiettivo: costruire la prima base del rapporto con il cliente, stabilire il contatto di customer care. Non stai chiedendo nulla con questa email, stai presentando te e la tua azienda; hai una nuova occasione per ri-presentare il tuo prodotto, per mettere in evidenza gli aspetti positivi della decisione d’acquisto e per aprire una linea di comunicazione.

      Timing: Non appena ricevuta la conferma dell’ordine

      Contenuto: prepara l’arrivo del prodotto. Serve qualche istruzione preliminare? vuoi spiegare qualche dettaglio in più sul tuo prodotto? Hai avuto spesso resi per lo stesso motivo, prova a spiegare con anticipo come risolvere il problema. Questa email crea attesa sul prodotto e ne fa aumentare il valore percepito facendo sentire al cliente la presenza di un valido centro di customer care.

      Email #2: Tre giorni dopo la consegna

      Oggetto: A tre giorni dall’arrivo di un pacco la tensione per il prodotto è ancora alta. Il tuo cliente con moltissime probabilità avrà già cominciato ad usare il prodotto e le “Prime impressioni” saranno ancora fresche nella sua mente.

      Obiettivo: Ottenere il feedback venditore e la recensione prodotto. Ricorda, le persone tendono ad essere più propense a lasciare recensioni solo quando non sono soddisfatti, dovrai forzarli a dimostrare la loro soddisfazione per il prodotto.

      Timing: Tre giorni dopo la ricezione del pacco.

      Contenuto: È questo il momento in cui inviare la tua seconda email. Con questo messaggio potrai chiedere notizie delle prime esperienze con il prodotto, il feedback sul venditore e la recensione vera e propria sul prodotto. Sarà utile mostrarti a completa disposizione del cliente, segnalandogli come poterti contattare in caso di problemi con il prodotto.

      Email #3: 7 Giorni dopo la consegna

      Oggetto: Dopo una settimana dalla ricezione del prodotto, il cliente avrà potuto sperimentare a pieno tutte le funzionalità del prodotto. Obiettivo: L’ultima chance per ottenere recensione e feedback venditore

      Timing: intorno ai 7 giorni dopo la ricezione del prodotto, tempo variabile in base alla tipologia del prodotto.

      Contenuto: Con questa terza e ultima email potrai tenere attivo il ciclo di vita del cliente, fornendogli assistenza e supporto e rinforzando i punti di forza del prodotto. Ricordando magari qualche funzione particolare del prodotto potrai far nascere il desiderio di lasciare una recensione positiva, magari proprio riguardo quella specifica funzionalità

      Ora che abbiamo visto cosa inviare (le tre email)e a chi (tutti i tuoi clienti), non resta che rendere questo processo il più efficace possibile. Non è sufficiente solo ottimizzare i testi e le tempistiche di queste email, ma è fondamentale anche automatizzare questo processo per assicurarsi di non impiegare più tempo del dovuto in questa operazione e per essere sicuri che le tempistiche siano tutte rispettate.

      Nell’ultimo periodo ho provato davvero tanti software che aiutano a gestire questa automazione e, finora, il vincitore è Xsellco. Questo software ti permetterà, collegandosi al tuo account Amazon Seller, di inviare le mail ai tuoi clienti direttamente dalla sua piattaforma e di tenere traccia degli ordini ricevuti.

      Impostando una regola per ciascuna mail e quindi un totale di sole 3 regole avrai automatizzato l’intero processo di consolidamento di un cliente.

      La dashboard ti permetterà di controllare gli ordini ricevuti, i messaggi inviati e i feedback ottenuti mostrandoti anche la tua media di valutazioni per canale.

      xsellco

      Ora che sai che strumento usare e quali mail inviare, non ti resta che strutturare la tua strategia per contattare i clienti!

      Commenta l'articolo!

      About The Author

      Eleonora Calvi Parisetti

      Supporto Piccole e Medie Aziende ad aprire nuovi canali di vendita grazie al marketplace di Amazon. Impara dalla mia esperienza quotidiana su Amazon e scopri le migliori strategie per aprire i tuoi prodotti ad un mercato di 300 milioni di potenziali clienti.