Contattaci al Numero Verde 800 910 241 hello@marketplace-mentor.com

      Quando tra gli addetti ai lavori si parla di pubblicità online, le reginette del ballo sulla bocca di tutti sono sempre ed immancabilmente Google Ads e Facebook Ads.

      “Hai visto le ultime automazioni che puoi impostare su Google Ads?”

      “Certo! E che dire delle nuove e super fighissime opzioni di targeting di Facebook Ads?”

      Ecco, io non ho mai amato molto le reginette del ballo!

      via GIPHY

      Andiamo quindi controcorrente, e vediamo cosa e come sta cambiando nel mondo della pubblicità su Amazon.

      Uno degli ultimi e più consistenti aggiornamenti della piattaforma Amazon lato venditore riguarda proprio la parte pubblicitaria.

      A partire dalla fine del 2018, gli inserzionisti di Amazon hanno un maggiore controllo annunci di prodotti sponsorizzati. Sono infatti state aggiunte alcune variabili tecniche che permettono di costruire campagne sempre più precise e modellate sulle esigenze di ciascun venditore.

      La prima grande novità è il targeting manuale per prodotto.

      Con il targeting per prodotto, soluzione che va ad aggiungersi al classico targeting per parola chiave, puoi raggiungere più facilmente gli acquirenti mentre navigano nelle pagine di dettaglio e filtrano i risultati di ricerca per prodotti specifici simili ai tuoi.

      Come funziona nel dettaglio il targeting per prodotto?

      Una volta selezionato l’insieme di prodotti che vuoi includere nel gruppo di annunci, il sistema “legge” automaticamente la categoria dei tuoi prodotti e ti propone uno o più suggerimenti di targeting.

      In alternativa, puoi spostarti nella scheda “Prodotti singoli”, nella quale inserire direttamente gli ASIN dei prodotti che vuoi sponsorizzare .

      Con questo tipo di scelta di targeting, il tuo annuncio è mostrato a tutti gli utenti che navigano le pagine prodotto appartenenti a quella categoria merceologica.

      È possibile però affinare ulteriormente questo tipo di targeting.

      Cliccando infatti su “Affina” si apre una finestra dalla quale puoi selezionare, come vedi dall’immagine qui sotto, una serie di altri parametri interessanti.

      Ad esempio, puoi selezionare i brand dei prodotti che vuoi targetizzare, la loro fascia di prezzo e il valore medio delle recensioni.

      Questi parametri ti permettono di identificare con una precisione sempre maggiore le pagine prodotto concorrenti all’interno delle quali viene pubblicato il tuo prodotto.

      La seconda grande novità: nuove strategia di offerta della campagne.

      Amazon ha infatti introdotto tre diverse modalità di offerta per la campagna: due modalità dinamiche ed una modalità fissa.

      Come misurare i risultati?

      É riduttivo limitare l’analisi dei risultati di una campagna al solo numero di vendite.

      È necessario innanzitutto darle tempo di agire: non fermare una campagna dopo solo un paio di giorni perchè sembra andare “male”. Solo con il tempo e con modifiche mirate e puntuali, basate sui dati, puoi valutare la tua campagna pubblicitaria.

      Amazon mette a disposizione due strumenti di analisi. I grafici e tutti i dati relativi alla campagna disponibili all’interno della sezione Pubblicità e i report pubblicitari che trovi nell’omonima posizione.

      La regola aurea per le tue campagne pubblicitarie è quindi creare, analizzare, ottimizzare.

      E ripetere, ripetere ciclicamente fino a quando sarà attiva la campagna.

      Commenta l'articolo!

      About The Author

      Eleonora Calvi Parisetti

      Supporto Piccole e Medie Aziende ad aprire nuovi canali di vendita grazie al marketplace di Amazon. Impara dalla mia esperienza quotidiana su Amazon e scopri le migliori strategie per aprire i tuoi prodotti ad un mercato di 300 milioni di potenziali clienti.